Contributo biennale cooperative 2019/2020

people in a meeting
Photo by Rebrand Cities on Pexels.com

E’ stato pubblicato il D.M. 27/02/2019 con il quale il Ministero dello Sviluppo Economico determina il contributo che le società cooperative, le banche di credito cooperativo e le società di mutuo soccorso da versare per le spese relative all’attività di vigilanza relativamente al biennio 2019/2020.

Gli importi non sono variati rispetto al biennio precedente e variano, a seconda della fascia di appartenenza, da Euro 280 a Euro 2.380.

La scadenza è il 23/07/19, ovvero 90 giorni successivi alla data di pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale.

I codici tributo sono il 3010 per le somme dovute a titolo di contributo biennale, eventuali interessi per ritardato pagamento e maggiorazioni (con esclusione del 10% dovuta dalle cooperative edilizie), il 3011 per le somme dovute a titolo di maggiorazione del 10% dovuta dalle cooperative edilizie e relativi interessi per ritardato pagamento, il 3014 per le somme dovute a titolo di sanzioni.

Adeguamento statuti Srl e nomina organo di controllo

L’art. 379 D.Lgs. 14/2019 prevede l’obbligatorietà dell’organo di controllo o del revisore quando la società:
– è tenuta alla redazione del bilancio consolidato;
– controlla una società obbligata alla revisione legale dei conti;
– ha superato per due esercizi consecutivi almeno uno dei seguenti limiti:
1) totale dell’attivo dello stato patrimoniale: 2 milioni di euro;
2) ricavi delle vendite e delle prestazioni: 2 milioni di euro;
3) dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 10 unità
Le società hanno tempo fino al 16/12/2019 per adeguarsi alla nuova normativa e, se necessario, a uniformare lo statuto alle disposizioni attualmente in vigore.

Contributi artigiani e commercianti 2019

person writing on paper on top of table
Photo by Burst on Pexels.com

Qui di seguito gli importi da versare trimestralmente da artigiani e commercianti tenuto conto che il reddito minimale aumenta da Euro 15.710 del 2018 a 15.878 del 2019. L’aliquota ordinaria rimane invariata al 24%.

  • per gli artigiani l’importo è pari a Euro 3.818,16 annui (Euro 3.413,27 per i coadiuvanti con meno di 21 anni) (nel 2018 rispettivamente Euro 3.777,84 e Euro 3.306,54)
  • per i commercianti l’importo è pari a Euro 3.832,45 annui (Euro 3.427,56 per i coadiuvanti con meno di 21 anni) (nel 2018 rispettivamente Euro 3.791,98 e Euro 3.320,68)

Per periodi inferiori all’anno solare il contributo sul minimale verrà rapportato su base mensile.

Tali importi sono ridotti del 50% in caso iscritti con più di 65 anni e che siano pensionati. La riduzione non è automatica ma occorre presentare appostita istanza attraverso il portale Inps.

Il pagamento deve essere effettuato, come sempre, in 4 rate le cui scadenze sono le seguenti:

16 maggio 2019
20 agosto 2019
18 novembre 2019
17 febbraio 2020

Si ricorda che già da qualche anno l’Inps non invia alcuna richiesta nè prospetto presso la sede o la residenza degli interessati e che il versamento avviene a mezzo F24.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...