Dichiarazione tardiva in scadenza

 

pexels-photo-60230.jpeg

Scade il 29/01/18 il termine per inviare tardivamente le dichiarazioni già in scadenza il 31/10/17. Infatti è considerata “tardiva” la dichiarazione presentata entro 90 giorni dal termine di presentazione del modello ma è comunque considerata valida.

Essendo quindi trasmessa in ritardo è applicata una sanzione da E. 250 fino a E. 1.000 per ciascuna dichiarazione presentata tardivamente. E’ tuttavia possibile sanare le violazione con ravvedimento operoso, versando contestualmente una sanzione ridotta di E. 25.

Spesometro rinviato di 60 giorni

spesometro

Più tempo per inviare i dati delle fatture del secondo semestre 2017. Prendendo spunto da alcune modifiche introdotte di recente e di quanto prevede lo Statuto del Contribuente e quindi della necessità degli operatori di avere più tempo per studiare le nuove regole, è stato posticipato l’invio della comunicazione dei dati delle fatture del secondo semestre 2017.

Inoltre, per semplificare l’adempimento e limitare gli scarti delle comunicazioni dovuti a errori nella fase di compilazione, saranno pubblicati sul sito dell’Agenzia, congiuntamente al provvedimento definitivo, anche dei pacchetti software gratuiti per il controllo dei file delle comunicazioni e per la loro predisposizione.